Chi siamo

Il Coro Internazionale di Roma Novum Convivium Musicum è curato nella direzione artistica dal M° Antonio Pantaneschi dal 1999. Il Coro era stato fondato nel 1989 dal Maestro tedesco Ingo Bathow con l’intento di mettere a disposizione degli stranieri presenti a Roma per i motivi più diversi un’occasione di incontro e di scambio nell’ambito della cultura musicale.

L’organico attuale del coro è di circa quaranta elementi provenienti da diverse nazioni e si avvale della collaborazione di solisti come K. Ricciarelli, V. Hernandez, R. De Nicola, H. Jeong e A.M. Dell’Oste.

Il repertorio del Coro comprende grandi Oratori, Messe e musiche dal mondo eseguiti per sottolineare solennemente celebrazioni pubbliche e private. Negli ultimi anni il Coro ha ampliato i propri interessi con lo studio della musica profana approfondendo soprattutto il repertorio del novecento storico, impegnandosi nella divulgazione di opere poco conosciute; nell’ambito della musica contemporanea il coro esegue opere in prima assoluta.

Dal 1999 e per diversi anni ha animato la funzione per la ricorrenza di Santa Barbara per la Marina Militare sia presso la Basilica di San Giovanni in Laterano che in San Paolo fuori le mura.

Sin dalla sua ideazione è sempre stato presente alla Manifestazione “Eterna Roma” che si svolge per le piazze di Roma in occasione del Natale di Roma del 21 Aprile accompagnato dalle Formazioni Bandistiche dei Vigili Urbani e dell’Esercito.

In Italia il Coro si è esibito per il Festival Euromediterraneo a Villa Adriana di Tivoli con i “Carmina Burana” di C. Orff, a Santa Croce in Firenze con il Requiem di G. Verdi, a S. Giovanni in Laterano con la Messa di S. Ruperto di M. Haydn, oltre al Teatro Olimpico di Roma, San Gennaro a Napoli e altro.

Nel corso del 2000, ha cantato in diverse opportunità nell’ambito delle celebrazioni giubilari, alla presenza del Santo Padre, Giovanni Paolo II.

Da sempre sensibile alle tematiche sociali, si presta per animare manifestazioni a sfondo solidaristico. Nel maggio-giugno del 2000, durante una tournée in Libano, ha eseguito concerti per la raccolta di fondi per il riallestimento di scuole elementari danneggiate a causa del conflitto israeliano-palestinese.

Nel corso di tale tournée, la corale e l’orchestra hanno eseguito programmi sul melodramma italiano, e la prima edizione in tempi moderni della “Messa del Giubileo” di M. Haydn.

La stessa Messa è stata eseguita successivamente in Italia all’Auditorium del Foro Italico della RAI con l’Orchestra Barocca Italiana (con strumenti dell’epoca), diretta dal M° Riccardo Martinini. In tale occasione è stata effettuata una registrazione dal vivo incisa su CD dalla Kicco Classic.

Nel 2004, ha partecipato, tra l’altro, alla stagione estiva dei Solisti Aquilani eseguendo l’integrale per coro ed organo di Brahms ed al Festival Corale Europeo che si è tenuto il 5 e 6 novembre a Cipro.

Nel 2006 l’Associazione Novum Convivium Musicum ha curato l’organizzazione della Rassegna corale “Mediterraneo: onde dello spirito” che ha avuto luogo dal 22 al 25 giugno toccando le citta di Roma Bari Cosenza Urbino, con la partecipazione della Corale Maronita dell’Università di Notre Dame de Louaizé di Beirut (Libano),  della Corale greco-ortodossa  ΑΡΗΣ   Λεμεσού  Aris di Limassol (Cipro) e del coro della Cappella Musicale del SS. Sacramento di Urbino.

Dall’anno 2007 collabora attivamente nella Basilica di Santa Prassede durante la prestigiosa stagione Organistica curata dal Maestro Roberto Canali,  e nei vari anni ha eseguito opere quali La messa breve di Bossi (2009), Il Magnificat primi toni di G. Pierluigi da Palestrina (2010), Il Requiem di Faurè (2010),  il Requiem di Mozart (2011) con l’Orchestra Internazionale Giovanile diretta dal Maestro Antonio Pantaneschi

Dal 2012 partecipa all’evento Choir Winter Fest organizzato dalla Civica Scuola delle Arti e sotto l’egida di Roma Capitale.

Nel 2015 in occasione del Concerto del 24 Maggio in ricordo dell’entrata dell’Italia nella guerra del 15-18 in cui venivano eseguite le opere “Trilogia di Antonio D’Antò” e “A Mass for Peace di Kal Jenkins”, riceve l’ambito riconoscimento da parte della Associazione Nazionale Bandiera della Pace, di “AMBASCIATORE DELLA PACE E DELLA CULTURA”.

Le esecuzioni corali e orchestrali, sempre seguite da un foltissimo pubblico, hanno contribuito in maniera sostanziosa alla raccolta fondi per il restauro dello storico organo Tamburini della Basilica di Santa Prassede, luogo dove regolarmente l’Associazione NCM svolge le attività preparatorie per le esecuzioni artistiche corali.

Lascia una risposta